22 Set 2011
di UET, in UET informa 1 Commento
1 Comment
UET_

 di Valentina Iuffrida
ufficio stampa – UET Italia

sCUOLA CORRIDOIO 

 15 settembre 2011.

Sono le h 8,30 del mattino.

Arrivo con tre caffè. Uno per Alessia, uno per Sandra, uno per Anita. Io l’ho già preso al bar. Mi siedo sullo scalino davanti al portoncino d’ingresso e aspetto. L’appuntamento per iniziare la giornata dell’Open Day alla UET Roma è alle h 9.00 in sede. Dopo qualche istante sento la porta che si apre dietro di me: è Alessia che con Anita e Sandra sono arrivate da pochi minuti, e sono già a lavoro.
Tutte in sede in anticipo per non far tardi!!

Aspettiamo i ragazzi per le h 10,00 ma sappiamo che qualcuno arriverà prima.

Qualcuno arriverà moooooolto dopo….

Io collego il mio computer: dal momento che dovrò parlare ai ragazzi della filosofia della scuola, ho preparato un paio video.
Alessia sbriga qualche pratica, sistema le ultime cose, controlla che sia tutto in ordine. Sandra beve il caffè sulla porta del suo ufficio e controlla le schede dei corsi. Una per una. Anita parla al telefono con una ragazza che è in stage: vuole sapere come sta andando. UET_ Per noi è l’Open Day, ma questa non è una buona ragione per trascurare “i nostri ragazzi”.

Chiama Francesca dalla sede UET di Milano: “Come va da voi?”

Alessia: “Tutto tranquillo, come docenti in aula ci saranno Guendalina (Iafrate n.d.r.), Francesca (Marzolini n.d.r.) e Jalè (Mirhadi n.d.r.).”

Alle h 9,30 cominciano ad arrivare i primi partecipanti alla giornata: Alessia li registra, diamo loro la borsa con la brochure informativa, e li facciamo accomodare in aula. Pian piano si riempirà e l’Open Day per la UET Roma potrà cominciare.

Anche a Milano cominciano ad arrivare presto i ragazzi, e anche a Milano qualcuno arriva invece moooooolto più tardi.
Ascoltano, si fermano, chiedono informazioni, prendono appuntamento per un colloquio. Aspettano leggendo la brochure e guardandosi intorno.

SLphone

La dott.ssa  Marina Ambrosecchio chiama Sandra Lombardo a Roma: “la sede è animata, c’è una bella atmosfera”.

A Roma intanto sono le h 10.20. Siamo un po’ in ritardo.

Allora partiamo: Guendalina Iafrate, docente di Marketing, illustra il catalogo formativo; Anita De Marzo da alcune spiegazioni sullo svolgimento degli stage, io racconto come si “vive” la UET. I ragazzi intervengono, i docenti presenti in aula interagiscono. Arrivano anche gli ex-studenti che rispondono alle domande e raccontano la propria esperienza.

aula-piena

Si ride, ci si confronta, si fanno progetti per il futuro, ci si lascia ispirare da chi la formazione la fa da vent’anni.
C’è anche qualche genitore, forse un po’ attonito a causa del video di presentazione montato sulla canzone di Lorenzo JovanottiKebrillah.
Ma poi si lasciano trasportare anche loro. Si fidano. Capiscono che solo se sei davvero sicuro di quello che stai dicendo, puoi permetterti di dirlo con un tono scherzoso e leggero.

Ringraziamo tutti, prendiamo appuntamenti per i colloqui di orientamento, poi è tempo di aperitivo.
Ci si mescola: docenti, parenti, ragazzi, staff e ed ex studenti. Si fanno domande, si chiacchiera, si assaggia il pan brioche.

A Milano, Francesca saluta e ringrazia:
“Ragazzi è stato davvero bello. La nuova sede poi è stata la ciliegina sulla torta!”.

Sorridono tutti. Bella atmosfera davvero.

La giornata dell’Open Day prosegue in entrambe le sedi con i colloqui di orientamento per master e corsi.

E’ stato un momento d’incontro in cui ci siamo fatti conoscere e vi siete fatti conoscere: grazie a tutti per aver partecipato!
E’ stata quasi una festa.

Ora si torna a lavoro. Noi siamo pronti, voi?!!

2853 Total Views 2 Views Today
FacebookTwitterGoogle+LinkedInPinterest