11 Mag 2012
0 Comments
Compound2

“Città nella città”… ecco la descrizione esatta per un compound cinese!

di Carmen

Il mio, è un complesso di 36 palazzi, per 20 piani circa a palazzo e 2 appartamenti per piano. Considerando una media di 3 persone per appartamento, con un rapido calcolo (aiutata dalla mia fedele calcolatrice), arriviamo ad una cifra di circa 4300 inquilini.

Ci sono paesini in Italia con questo numero di abitanti, vero?!!!!!

Due entrate con cancello elettronico con almeno due guardie che controllano le persone in entrata e uscita e registrano le targhe delle vetture che si fermano nel parcheggio sotterraneo, della stessa superficie del compound.
Giardino curatissimo con alberi di tutti i tipi, prati e fiori meravigliosi, laghetti con pesci di tutti i colori e sfumature, ponticelli di legno, panchine e giochi per bambini. Un piccolo supermercato, un parrucchiere, una lavanderia, un negozio di animali, centro massaggi e palestra con piscina!!!!!
Cosa manca? Nulla. C’e’ anche un centro direzionale, con elettricisti e idraulici che risolvono qualsiasi problema. Basta premere il pulsante rosso, che c’e’ in ogni appartamento, e verrai subito contattato tramite citofono.

Tutte le mattine quando attraverso il cortile per andare a lavorare, la mia giornata viene rallegrata alla vista di vari gruppetti di anziani signore e signore che, attrezzati di radio e cd, ascoltano musica e fanno ginnastica di gruppo; poco distante una signora che fa Taijiquan con la spada e altri 2 signori che giocano a volano. Spedizionieri in bilico su motorini elettrici, super carichi di pacchi, che consegnano merce di vario tipo, perche’ i cinesi adorano comprare su Internet. Le Ayi (signore delle pulizie) in bicicletta, sempre sorridenti, che raggiungono velocemente la prima casa della giornata da sistemare e una schiera di giardinieri che curano scrupolosamente il cortile.

A fine giornata invece, la scena che mi si presenta e’ ancora piu’ particolare e divertente: nella piazzetta centrale, ci sono nonni e nonne che portano i nipotini a prendere un po’ d’aria dopo la scuola. Mentre i bambini giocano, loro scambiano 4 chiacchiere. Chi non ha nipotini da guardare, va all’appuntamento quotidiano con il proprio cagnolino.

Vorrei soffermarmi un attimo sulla figura del cagnolino: di solito di piccola taglia, puo’ essere considerato un bene di lusso e viene mostrato al resto della societa’ come un trofeo…da qualche anno va’ di moda il barboncino ma ora si cominciano a vedere anche altre razze!!!

Ce ne sono tantissimi, solitamente di colore marrone o bianco. Considerati come figli, d’inverno vengono vestiti con cappottini pesanti corredati da scarponcini, per evitare il freddo; e invece nel periodo estivo, secondo la collezione primaverile, con gonnelline e pantaloncini di tutti i colori. I piu’ quotati sono, ovviamente, i colori sgargianti perche’ permettono una maggiore visibilita’ rispetto ai concorrenti!!!

La scorsa estate, grazie a Victoria Beckham che aveva lanciato la moda, ogni cagnolino, sia femminuccia che maschietto, aveva unghiette con smalto ROSSO!!!!
Pensate quante risate mi faccio vedendo questi batuffoli conciati cosi’!!!!

Con il tempo, sono arrivata alla conclusione che i cagnolini cinesi hanno bisogni diversi da quelli italiani, visto che vengono portati a spasso con il PASSEGGINO!!!!!!
Io sapevo che i cani avessero necessita’ di correre e giocare nei prati, come mai qui invece, stanno fieramente seduti su passeggini scorrazzati come Re e Regine?

In Italia bisogna stare sempre attenti al cane che scappa, che corre addosso alla gente, che abbaia agli sconosciuti…Come mai quelli del mio compound sono cosi’ signorili, non si muovono dal passeggino, non si fanno sentire e stanno sempre vicino al padrone? Sara’ forse perche’ si rendono conto di quanto i loro “genitori” spendono per fargli fare bella figura davanti alla ricca societa’ Shanghainese!!!!
In sostanza, sia all’andata che al ritorno dal lavoro, mi diverto tantissimo a vedere le varie novita’ e modalita’ di vita dei miei coinquilini!

Ringrazio tutti, perche’ riescono sempre a mettermi di buon umore, pillola necessaria per affrontare e concludere la giornata.
Un ringraziamento particolare va alle guardie che, quando entro ed esco, mi salutano sempre con un caloroso sorriso e un grazie ancora piu’ grande va alla signora che, ogni pomeriggio alle 5.30, fa una passeggiata in cortile… SPAZZOLANDOSI I CAPELLI!!!

2234 Total Views 3 Views Today
FacebookTwitterGoogle+LinkedInPinterest